La danza come espressione artistica in grado di coniugare eleganza, leggerezza, forza ed energia, uno sport non solo per il gentil sesso, ma più probabilmente congeniale al sesso maschile, che trova nel connubio dei tratti citati il compromesso migliore per eccellere in questa disciplina.

Come non ricordare il celebre film di Billy Elliot?

Il ballo sia quello della danza classica che contemporaneo della danza jazz, come espressione di creatività, di arte, di sentimento, ma anche come esaltazione della forza e dell’agilità, capace di racchiudere in se il meglio dell’aspetto femminile e di quello maschile, capaci di esaltarsi in una sublime una disciplina.

Allontanandosi da certi stereotipi culturali, la danza viene a rappresentare quindi quel connubio di forze, maschili e femminili che si uniscono in un tutt’uno, la personificazione artistica e fisica di quel concetto “taoista” di yin e yang, o in quel concetto di “andgorino sacro” della tradizione alchimista del lontano medioevo, di cui Leonardo da Vinci fu l’antesignano fondatore.