Ti stai chiedendo come promuovere il tuo e-commerce e distinguerti dalla concorrenza? Sei nel posto giusto. Il mondo dell’eCommerce è in continua espansione. Poiché i consumatori continuano a scambiare esperienze in negozio reali per la comodità dello shopping online, i marchi devono garantire che le loro strategie di marketing digitale siano pertinenti e in linea con le mutevoli richieste dei consumatori.

È fondamentale utilizzare tattiche, dati e analisi di marketing digitale per stabilire la presenza online del tuo marchio e ottimizzare il percorso del cliente per aumentare le conversioni.

Nell’articolo di oggi, spiegheremo come trovare nuovi clienti per l’eCommerce utilizzando strategie di marketing digitale collaudate e affidabili. Pronto?

Ottimizza il tuo sito e-commerce

Per gestire un sito eCommerce di successo, è necessario che sia completamente ottimizzato e progettato tenendo presente l’esperienza dell’utente.

Se il tuo sito web è confuso, difficile da navigare o lento, può influire direttamente sulle conversioni e sui tassi di soddisfazione dei clienti.

In alternativa, un sito web veloce ed efficace, che consenta all’utente di trovare esattamente ciò di cui ha bisogno in pochi clic, può avere l’effetto opposto e comportare un aumento delle conversioni.

Quando si tratta di ottimizzare il tuo sito web, considera questi importanti aspetti:

  • Accessibilità mobile: nel mondo connesso di oggi, più persone che mai utilizzano i propri dispositivi mobili per effettuare diverse azioni online, incluso lo shopping. Più della metà del traffico degli acquisti su Internet proviene da dispositivi mobili, quindi è fondamentale ottimizzare il tuo sito web per renderlo reattivo e veloce da caricare.
  • Velocità di caricamento della pagina: le persone non vogliono aspettare il caricamento di un sito web. Dopotutto, hanno cose migliori da fare con il loro tempo. Il 47% dei consumatori si aspetta che una pagina web venga caricata in 2 secondi al massimo e il 40% di loro abbandonerà un sito web se impiega più di 3 secondi per caricarsi. Quindi, per ridurre la frequenza di rimbalzo e impedire alle persone di lasciare il tuo sito prima ancora che si guardino intorno, è una buona idea ottimizzare il tuo sito web per migliorare la velocità di caricamento della pagina.
  • Esperienza utente (UX): si tratta di garantire ai visitatori del tuo sito la migliore esperienza possibile. Ciò significa rendere il tuo sito facile da navigare, fornire loro valore attraverso il content marketing e garantire che il processo di pagamento sia il più snello possibile. Un’ottima UX può migliorare le conversioni, l’immagine del marchio e i tassi di soddisfazione dei clienti.
  • Search Engine Optimization (SEO): SEO è il processo di ottimizzazione del tuo sito web per i motori di ricerca per aumentare il traffico organico. Ciò significa includere parole chiave e frasi che consentono agli utenti di trovarti facilmente attraverso le SERP su Google e altri motori di ricerca. Una strategia SEO è un must nel panorama competitivo dell’e-commerce di oggi.

Identifica le tue buyer personas

Probabilmente hai già sentito parlare di buyer personas, ma se non l’hai fatto, ecco una rapida spiegazione.

Un acquirente si riferisce a una rappresentazione semi-romanzata del tuo cliente ideale. Una buyer persona ti aiuta a capire esattamente di cosa hanno bisogno i tuoi clienti, insieme ai loro punti deboli. Capire questo ti consente di adattare le tue strategie di marketing dei contenuti per allinearle alle loro esigenze, per assicurarti di fornire valore dove è necessario.

Conoscere il tuo pubblico ti consente di indirizzare meglio campagne e prodotti specifici. Implica la presa in considerazione dei dati demografici, del comportamento online e dei punti deboli per garantire che i tuoi sforzi di marketing li indirizzino nel posto giusto, al momento giusto, con le informazioni giuste.

Rendi aziendali i tuoi profili sui social media 

I social media non sono più uno spazio online riservato alla comunicazione e al caricamento degli scatti delle vacanze. Al giorno d’oggi, i social media sono molto di più, incluso un posto dove fare acquisti.

Il social commerce descrive la fusione di piattaforme di social media e piattaforme di e-commerce. Descrive l’uso dei siti di social media per promuovere, vendere e acquistare beni e servizi online. Significa che gli utenti possono navigare tra i prodotti sulla pagina dei social media di un marchio e acquistare direttamente tramite la piattaforma, senza dover visitare un sito Web di terze parti.

L’87% di chi compra dai profili social crede che essi li aiuti a prendere decisioni in merito all’acquisto. Per le aziende, questo è un ottimo modo per semplificare l’esperienza dell’utente e il processo di acquisto, oltre a sfruttare tutti i vantaggi della pubblicità sui social media.

Se stai già implementando una strategia per i social media, puoi facilmente ottimizzare i tuoi profili per aumentare le conversioni. La maggior parte delle piattaforme di social media ha la possibilità di rendere il tuo profilo aziendale. Diamo un’occhiata a come funziona con alcune delle piattaforme più popolari:

  1. Instagram: questa è di gran lunga la piattaforma di social media più acquistabile. Instagram è il luogo in cui le persone interagiscono maggiormente con i marchi e gli influencer, il che lo rende il luogo perfetto per iniziare ad aumentare le conversioni. Su Instagram, puoi taggare i prodotti e utilizzare tag acquistabili in post e storie normali. Gli utenti di Instagram possono facilmente riconoscere un post acquistabile con l’icona della borsa della spesa nell’angolo. Facendo clic su questo verrà visualizzato un elenco dei prodotti presenti nel post e si collegherà direttamente al tuo eCommerce dove possono effettuare un acquisto.
  2. Facebook: i marchi possono vendere prodotti direttamente su Facebook con un negozio di prodotti. Inoltre, offre la possibilità di taggare i prodotti in immagini e video con annunci di raccolta acquistabili. Gli annunci di Facebook sono una caratteristica importante di qualsiasi piano di marketing digitale e-commerce, in quanto consentono di utilizzare un targeting degli annunci altamente segmentato per fornire informazioni pertinenti al pubblico e aumentare il ROI.
  3. YouTube: Youtube ha quasi tanti utenti quanto Facebook. Le aziende possono sfruttare YouTube per promuovere prodotti, fornire recensioni di prodotti o video esplicativi e connettersi con il pubblico tramite contenuti video.